Fiori di Bach e Covid-19

La floriterapia è un metodo di cura naturale che utilizza essenze di fiori selvatici per prevenire e curare problemi emozionali, stati d’animo negativi, disarmonie del carattere, conflitti e difficoltà relazionali, disagi psicologici, disturbi fisici e malattie di origine psicosomatica. E’ un sistema terapeutico “dolce” e non aggressivo, che non sopprime né combatte direttamente i sintomi ma, attraverso l’assunzione dei rimedi floreali – potenti “concentrati” liquidi ricchissimi di energia vibrazionale (rilasciando nell’acqua, se opportunamente trattati, la loro “energia” o “memoria”, la quale entra in vibrazione con l’energia umana e sarebbe in grado di mutare l’emozione negativa nel suo tratto positivo, senza eliminarla, ma trasformandola, ovvero rendendo armonico e migliore il soggetto) – permette di attivare il processo di auto guarigione dell’organismo, favorendo il recupero della salute e del benessere fisico e psichico.

Salute del corpo e stato d’animo, quindi, non sono separati. I fiori di Bach agiscono sulle nostre emozioni e stati d’animo portandoli in equilibrio e regalandoci così uno stato di benessere.

Mai come in questo periodo possono esserci di grande aiuto.

Dove possiamo acquistarli?

I Fiori di Bach sono facilmente reperibili nelle erboristerie e nelle farmacie dove è possibile farsi preparare la propria miscela personale.

Vi verrà dato un flaconcino da 30 ml composto da acqua minerale, brandy o cognac e il vostro bouchet di fiori.

Bouchet di fiori per superare al meglio questo momento:

4 gocce di Resource Remedy, 3 gocce di Elm, 3 gocce di Walnut, 3 gocce di White Chestnut, 3 gocce di Crab Apple, 3 gocce di Sweet Chestnut.

  1. Resource Remedy (o rimedio d’emergenza) è una miscela di fiori formata da Rock Rose, Impatiens, Clematis, Cherry Plum e Star of Bethlehem. Con questa miscela si hanno benefici immediati come la calma, la serenità, il sollievo, la sicurezza, il riequilibrio delle energie interiori nelle situazioni di stress o particolarmente impegnative. Inoltre, aiuta a ridimensionare la paura e il nervosismo.
  2. Elm è indicato per le coloro che si sentono schiacchiati da responsabilità insormontabili, è utile in caso di stress, per coloro che giungono ad un punto in cui “non credono mai di farcela…”.
  3. Walnut da una grande capacità di vedere e seguire il proprio cammino, quindi porta libertà di adeguamento, ai cambiamenti radicali nella vita (come in questo periodo); facendo rimanere fedeli a sé stessi e apportando la forza sufficiente per proteggersi dall’esterno.
  4. White Chestnut è utile per coloro che non riescono ad evitare che la loro mente sia costantemente invasa da pensieri, ragionamenti che non si desiderano. Aiuta a fare chiarezza nella mente evitando monologhi continui e poco proficui.
  5. Crab Apple è un rimedio prezioso per le persone ossessionate e intimorite dal contagio di malattie, batteri e che credono di non essere apposto con loro stesse sempre e comunque. Questo fiore è il rimedio della purficazione.
  6. Sweet Chestnut è il rimedio contro l’angoscia, un’ottimo aiuto per chi non riesce a vedere “la luce in fondo al tunnel”.

Modalità di assunzione:

  1. Assunzione di 4 gocce 4 volte al giorno, direttamente dalla boccetta, sotto la lingua. In alcuni casi si possono assumere anche con maggior frequenza, sopratutto se si è in preda di un pensiero insistente, di un’angoscia o di un disturbo difficile da sopportare.
  2. Per un’azione più diretta, 3 gocce in un bicchiere d’acqua da sorseggiare in venti minuti (per sintomi acuti).
  3. In mezzo litro d’acqua naturale, 7-8 gocce, da sorseggiare durante il giorno.

Questo bouchet è il rimedio dolce che sto utilizzando io in questi giorni per vivere in modo più sereno questo brutto momento che ci accomuna.

Fatemi sapere se vi è stato utile e se vi possono piacere altri articoli sui rimedi floreali.

Un abbraccio